Cerca nel Sito

Aumenta il numero degli sfratti : +5% rispetto al 2013

mincolpevoleContinua ad aumentare il numero degli  sfratti, è ciò che emerge dall’ aggiornamento dei dati 2014 a cura dell’ Ufficio Statistiche del Ministero dell’Interno.

I provvedimenti esecutivi di rilascio di immobili ad uso abitativo emessi nell’ anno 2014 ammontano, in totale, a 77.278 di cui:

-     3.433 per necessità del locatore

-     4.830 per finita locazione

-   69.015 per morosità e altra causa

Le richieste di esecuzione presentate all’ Ufficiale Giudiziario sono state invece 150.076 e gli sfratti eseguiti 36.083.

Il raffronto con i dati riferiti all’ anno 2013 evidenzia per i provvedimenti di sfratto emessi un incremento in Italia del +5%.

Quelli per morosità raggiungono l’89% del totale di quelli emessi e fanno segnare un +5,7% rispetto all’anno precedente;

Anche per le richieste di esecuzione presentate all’ Ufficiale Giudiziario e per gli sfratti eseguiti con l’intervento dell’Ufficiale Giudiziario il rapporto con l’anno 2013 fa registrare un incremento, a livello nazionale, rispettivamente del +14,6% e del +13,5%.Dall’ analisi dei dati riferiti ai provvedimenti di sfratto emessi nell’ anno 2014 emerge che le regioni più colpite sono la  Lombardiacon 14.533 provvedimenti (pari al 18,8% del totale nazionale), seguita dal Lazio con 9.648 (pari al 12,5%), dal Piemontecon 8.256 (10,7%), dall’ Emilia Romagna con 6.800 (8,8%), dalla Puglia con 6.131 (7,9%), dalla Toscana con 6.117 (7,9%) e dalla Campania con 5.855 (7,6%).

-provvedimenti di sfratto anno 2014

Il 28 giugno, tra l’altro,  scadrà anche la mini-proroga di 4 mesi per finita locazione per le famiglie (categorie protette) che sono in attesa di una risposta da parte del Governo .

Per visualizzare i documenti originale clicca di seguito:

•  Gli sfratti in Italia aggiornamento 2014

• Ufficio centrale statistica Ministero dell’interno

Guarda anche

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>