Cerca nel Sito

Consumi gas 2016 in Italia: +5%. Un terzo della richiesta è per le centrali

fusione

I consumi di gas naturale nel 2016 sono stati pari a 70,9 miliardi di metri cubi, con una crescita del 5% sul 2015 e addirittura del 14,5% sul 2014. L’import cresce del 6,7% con un notevolissimo apporto del gas algerino. Il termoelettrico al 32,9% del fabbisogno. Crollo della produzione nazionale.

Il dato ufficiale dei consumi di gas nel 2016 è di 70,9 miliardi di metri cubi, con una crescita del 5% rispetto al 2015 e addirittura del 14,5% sul 2014.

Importante, come si può vedere dalla tabella, il consumo di dicembre.

L’importazione è invece aumentata del 6,7% sul 2015, mentre sempre in continuo calo è la produzione nazionale (-14,6% sul 2015).

Il principale fornitore di gas resta la Russia anche se lo scorso anno si è registrato un leggero calo del 5,5%. In fortissima crescita invece l’import dall’Algeria (+160% e di oltre il 178% sul 2014) che diventa il nostro secondo fornitore, anche per il calo delle importazione dal Nord Europa (-37%). Ancora in flessione l’import dalla Libia.

I consumi tornano dunque a quelli dell’anno 2000, anche se la differenza con l’anno record, il 2005, resta notevolissima (-15,3 mld di mc).

Nel 2016 oltre all’aumento consumi della grande industria (circa +4,8% sull’anno precedente), notiamo che almeno un terzo del fabbisogno di gas è relativo all’alimentazione delle centrali termoelettriche (circa 23,3 mld di mc, +2,5 mld mc sul 2015), che nonostante un calo della domanda di elettricità del 2,1% rispetto all’anno precedente, nel 2016 hanno aumentato la loro fornitura del 2,5% (+4,6 TWh).

A spingere molto in alto i consumi negli ultimi mesi dell’anno è stata anche la diminuzione dell’import di elettricità da fonte nucleare dalla Francia a causa degli stop ai reattori transalpini che, insieme al calo della produzione idroelettrica, ha fatto aumentare la vendita di elettricità dalle nostre centrali alimentate a gas naturale.

I consumi di gas nel residenziale e terziario (abitazioni, uffici, esercizi commerciali) si attestano intorno al 40% della domanda complessiva, più o meno in linea con il 2015.

Si noti anche dalla tabella qui sotto come la produzione di gas da giacimenti nazionali si sia dimezzata nell’arco di un decennio.

Le esportazioni, le riconsegne ad altre reti di trasporto e i consumi di sistema, che nel 2016 hanno pesato complessivamente per circa 2,3 miliardi m3, segnano un aumento del 19,6% su base annua.

link all’art.

Guarda anche

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>