Cerca nel Sito

Dal 1° gennaio per gli affitti obbligo di pagamenti con modalità tracciabili

Dal 1° gennaio per gli affitti obbligo di pagamenti con modalità tracciabili

Dal 1° gennaio per gli affitti obbligo di
pagamenti con modalità tracciabili

 

La legge di stabilità introduce dal 1 gennaio, l’obbligo
del pagamento con modalità tracciabili per gli affitti abitativi. Non sarà più
possibile l’utilizzo dei contanti che verrà sanzionato da pesanti multe. L’obbligo scatta a
prescindere dall’ammontare
 del
canone di locazione: in questo caso non vige il tetto di 1.000 euro per il
pagamento in contanti previsto dalle norme antiriciclaggio. Così, per pagare il
pigione, è necessario utilizzare qualsiasi mezzo di pagamento in grado di assicurare
la tracciabilità:
 bonifico
bancario, assegno bancario noin trasferibile e assegno circolare tra gli altri.
Per i pagamenti tramite società o agenzie sarà possibile utilizzare anche il
bancomat o la carta di credito.  L’obbligo
riguarda solo il canone di locazione dell’abitazione, e sono quindi esclusi i pagamenti dei canoni di
locazione di negozi, uffici e in generale ogni immobile che
non abbia destinazione abitativa. Esclusi anche gli alloggi di edilizia
residenziale pubblica. I box auto, se sono una
pertinenza dell’abitazione, devono essere considerati al pari di un immobile
abitativo: vige dunque l’obbligo della tracciabilità. 

Guarda anche

Share This Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>